giovedì 10 maggio 2007

Il 5 per 1000 - Aiutiamo chi aiuta


Anche quest’anno, in sede di dichiarazione dell’Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche (IRPEF), tutti i contribuenti avranno la possibilità di attribuire il 5 per 1000 ad associazioni ed enti particolari. Come specificato espressamente nella modulistica che tutti saremo chiamati a compilare (CUD, Unico e 730), sarà possibile operare una scelta tra:

“Sostegno del volontariato, delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale, delle associazioni e fondazioni”;

“Finanziamento della ricerca scientifica e della università”;

“Finanziamento della ricerca sanitaria”;

“Attività sociali svolte dal comune di residenza del contribuente”.

Molte sono le realtà associative gestite da fratelli del Grande Oriente d’Italia, in ogni circoscrizione, che operano nel campo del volontariato, dell’assistenza, della utilità sociale. Tutti noi ne conosciamo qualcuna, ne apprezziamo il lavoro, ma spesso ne ignoriamo le difficoltà economiche e la penuria di mezzi. Vi sollecitiamo a cogliere tale opportunità destinando a queste realtà la quota del 5 per mille dell’imposta che grava sul vostro reddito. Specifichiamo che la destinazione del 5 per mille:

- non sostituisce ma si aggiunge a quella, già da tempo prevista, dell’8 per mille a favore dello Stato e delle varie confessioni religiose;

- è esercitabile già dai primi mesi in occasione degli adempimenti fiscali relativi ai redditi conseguiti nell’anno 2006;

- riguarda tutti i contribuenti che abbiano conseguito un reddito imponibile nell’anno 2006, anche se dalla loro dichiarazione fiscale prossima non risultasse un saldo a debito o addirittura emergesse un credito;

- riguarda tutti i contribuenti sia che presentino il modello 730 che il modello Unico (ex 740). Riguarda anche chi non è tenuto alla presentazione della dichiarazione, in quanto non possiede redditi oltre quelli di lavoro dipendente o di pensione certificati dal modello CUD;

- viene esercitata apponendo la propria firma nell’apposito spazio ed indicando il codice fiscale dell’istituto prescelto; Þ non costituisce un aggravio di imposta e in ogni caso non costa nulla al contribuente.

A mero titolo di esempio, segnaliamo alcune associazioni che hanno già comunicato alla Gran Segreteria di essere autorizzate ad accedere al 5 per mille:

Società per gli Asili Notturni Umberto I cod. fisc. 80095950017

Associazione Piccolo Cosmo cod. fisc. 97581370018

Associazione Mazziniana Italiana Onlus cod. fisc. 97004760159

Pane Quotidiano cod. fisc. 80144330158

Università Popolare di Torino cod. fisc. 97533990012

Società Umanitaria cod. fisc. 01076300159

Associazione Circolo Carlo Darwin cod. fisc. 94132560635

Fondazione Luigi Einaudi cod. fisc. 80213770581

Piccolo Mondo Onlus cod. fisc. 90031430409

N.I.S.O. - Northern Italy Shrine Oasis Onlus cod. fisc. 97370530152

Fondazione per le scienze religiose Giovanni XXIII
cod. fisc. 92028270376

Comunità Incontro Onlus cod. fisc. 06368500580

Mani Amiche Onlus cod. fisc. 93123210879

Movimento Cittadini Europei Onlus cod. fisc. 93098590420

Futura Onlus-Associazione biomedica cod. fisc. 07278491001

Associazione Mirabilis Fabula cod. fisc. 97401300583

Associazione INSIEME si PUO’ Onlus cod. fisc. 94019500308

Invitiamo i fratelli a segnalare alla Gran Segreteria del Grande Oriente d’Italia altri nominativi, al fine di ampliare la rosa delle possibilità, tenendo presente le date utili per la presentazione della dichiarazione.

Nessun commento: