lunedì 7 aprile 2008

Un atto ingiustificabile!!!!!!!


Il Corriere di Livorno ha pubblicato due liste con i nomi dei Fratelli della città labronica: questa iniziativa, non giustificata da esigenze di cronaca, costituisce l’ennesimo episodio finalizzato a sollevare ombre e sospetti nei confronti della Massoneria.
Nello stesso giorno in cui è iniziata questa violazione dei diritti di riservatezza garantiti dalla legge a tutti i cittadini italiani, il Corriere di Livorno ha viceversa riservato un ben diverso rispetto nei confronti di una persona sottoposta a misura restrittiva cautelare in ordine a delitti di particolare efferatezza, della quale sono state rese note le sole iniziali del cognome e del nome !
La pubblicazione dei nomi di appartenenti alla Massoneria appare quindi solo uno squallido “mezzuccio”, forse necessario per incrementare le vendite di un quotidiano locale di bassa tiratura.
La Giunta del Collegio Circoscrizionale dei Maestri Venerabili della Toscana - sicura di interpretare lo spirito ed il moto di orgoglio di tutti i Massoni, toscani ed italiani - condanna fermamente questa ingiustificata ed ingiustificabile violazione non solo della privacy ma anche del diritto alla libertà associativa di ogni individuo, valori stabiliti in maniera inequivocabile dalla Costituzione e dalle Leggi del nostro Paese.
Per questo motivo la Giunta del Collegio non farà passare sotto silenzio quest’azione e, suffragata dal partecipe consenso dell’intera Comunione massonica toscana ed italiana, opererà a tutela di ogni pregiudizio che possa derivare ai Fratelli livornesi.
A questi, protagonisti di tante battaglie a tutela della libertà e dei diritti inviolabili della persona, la Giunta del Collegio rivolge l’esortazione a rinnovare con orgoglio i loro sforzi per contrastare questa inconcepibile iniziativa nella stessa maniera con cui nel passato hanno avversato ogni manifestazione contraria ai principi fondamentali di Libertà e di Tolleranza.

Fonte - Collegio della Toscana

Nessun commento: