mercoledì 14 maggio 2008

WASHINGTON: IX CONFERENZA MONDIALE DELLE GRANDI LOGGE MASSONICHE 8-10 MAGGIO


Prima Agenzia Stampa Nazionale - Martedì 13 Maggio 2008


WASHINGTON: IX CONFERENZA MONDIALE DELLE GRANDI LOGGE MASSONICHE 8-10 MAGGIO

(PRIMA) WASHINGTON - Potrà mai la Massoneria mondiale del XXI Secolo allearsi con la Chiesa Cattolica Romana, al servizio della pace mondiale e dell’affermazione di un nuovo Umanesimo fondato sul rispetto e sulla valorizzazione di ogni singola persona sulla Terra ed altrove? Sembrerà una provocazione, ma non può più esserlo, visto che la Pace sulla Terra oggi è minacciata seriamente, molto più di quanto si creda. La risposta per tutti gli uomini e le donne di buona volontà, potrebbe venire dalla nona conferenza mondiale delle grandi logge massoniche, che si è svolta a Washington DC (Usa), dall’8 al 10 maggio 2008. “Le tenebre dell’intolleranza, del fanatismo, della tirannia, della sopraffazione, del disprezzo dell’uomo assumono, talora, i contorni della cultura, prendono a prestito le parole della religione, si servono della scienza, utilizzano la politica e l’economia. Ma in realtà si oppongono alla vera cultura, alla vera religione, alla vera scienza, alla vera politica e alla vera economia. Date queste premesse è evidente che uno dei compiti storici della Libera Muratoria è proprio quello di combattere contro le tenebre”. Lo ha detto l’avvocato Gustavo Raffi, Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani, nell’intervento alla nona Conferenza mondiale delle Grandi Logge Massoniche che si è tenuta a Washington DC, la capitale degli Stati Uniti d’America, dall’8 al 10 maggio 2008. “In un mondo dove le religioni, le ideologie, le filosofie sono in crisi – ha aggiunto Raffi - la Libera Muratoria deve diffondere il suo messaggio, ossia fare della lotta contro la tirannia, l’intolleranza, il dogmatismo la propria parola d’ordine. In questa lotta si esprime, infatti, il contenuto vero ed autenticamente rivoluzionario dei tre valori “Libertà, Uguaglianza, Fratellanza” sui quali la Massoneria si fonda, poiché essa ha al suo centro l’uomo, e come aspirazione il suo rinnovamento”. “E’ auspicabile – ha detto ancora - potenziare ulteriormente tutto ciò che è utile per stigmatizzare il fanatismo, per opporsi alle tirannie, per sostenere “i dannati della terra”: i poveri, i diseredati, gli umili, i disprezzati e coloro che non possono fare sentire la loro voce. Alla sfida della modernità la Libera Muratoria non può non rispondere: ne va del suo significato, della sua coerenza e del suo futuro. Noi Massoni dobbiamo essere consapevoli di essere i custodi di un antico sogno: quello di costruire – e se si preferisce ri-costruire – un uomo diverso e migliore.”(www.grandeoriente.it/). Riportiamo l’interessante intervento dell’Avv. Gustavo Raffi, Ven.mo Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia, sul tema:“Le tenebre e la fratellanza”. (PRIMA)


Data: 12/05/08 09:51
Autore: AIA-COM

Nessun commento: