lunedì 23 giugno 2008

Mafia: la Massoneria parte civile a tutela della libertà dei muratori


Argomento: Cronaca - Pubblicato: 18/06/2008
Fonte - M@rsala.it

"Riguardo alla operazione giudiziaria della Dda di Palermo che ha condotto all'arresto di alcuni indagati per gravi delitti e, nello specifico, per aver tentato di rallentare provvedimenti penali a carico di mafiosi, il Grande Oriente d'Italia prende atto della riportata affiliazione delle persone coinvolte ad organizzazioni sedicenti massoniche che in nessun modo sono riconducibili alla Libera Muratoria Regolare di Palazzo Giustiniani". Lo ha afferma Gustavo Raffi, Gran Maestro del Grande Oriente d'Italia di Palazzo Giustiniani, preannunciando che "il Grande Oriente d'Italia, a tutela della onorabilita' dei Liberi Muratori, si costituira' parte civile nel processo penale in questione". "Non posso tuttavia che stigmatizzare -aggiunge Raffi- il malvezzo delle cronache di riferirsi alla massoneria in termini generici, cosi' da indurre la pubblica opinione alla falsa credenza che esistano un vincolo ed un sistema unitario delle realta' massoniche o sedicenti tali. La superficialita' con cui si cede alla tentazione di fare di ogni erba un fascio impedisce le necessarie distinzioni tra le identita' e finisce per esporre alla gogna ed alla riprovazione, grazie alla cultura del sospetto, tutti coloro che, pur essendo onesti, rispettosi della legge e portatori di valori universali, vengono cosi' ad essere accomunati da una sorta di marchio di fabbrica. Respingo con sdegno e senza appello -conclude Raffi- tali accostamenti."

Nessun commento: