sabato 10 aprile 2010

Esoterismo e Massoneria tra arte, musica e tradizione



SABATO 13 MARZO

Esoterismo e Massoneria
tra arte, musica e tradizione

Convegno a Napoli nel circolo «Darwin» di Galleria Umberto: riflettori sulla storia esoterica occidentale


NAPOLI - Esoterismo e dintorni, un viaggio nello spazio e nel tempo. Per curiosi, appassionati e addetti ai lavori è un appuntamento di quelli imperdibili: quattro esperti che discutono su “Esoterismo e massoneria”. Organizzato dal Gruppo studi Italica e coordinato da Luigi Volpe e Alfonso Maria Scuotto, l’incontro - che si terrà sabato, dalle 11, nel Circolo “Darwin (Galleria Umberto I, a Napoli) - vuole dunque puntare i riflettori, in particolare, sulla storia dell’esoterismo occidentale, spaziando con rigore e libertà nei diversi ambiti.

Il saggista e docente universitario Alberto Brandi, ad esempio, interverrà su “Esoterismo occidentale e magia operativa tra Massoneria, Golden Dawn e Crowley”, un ampio excursus sulla diffusione delle dottrine ermetiche in Europa e sugli studi sul cosiddetto “Sentiero di mano sinistra”, in tutte le sue manifestazioni, ma pure una inedita “fotografia” sulla nascita della Golden Dawn (nel 1887) come spartiacque nella storia dell’esoterismo occidentale, anche per la sua capacità di tenere insieme da un lato il solco della tradizione esoterica britannica e dall’altro l’incontro, in chiave marcatamente operativa, di tradizioni orientali, cabala ed ermetismo.

Il noto penalista napoletano Valerio de Martino, studioso di tradizioni esoteriche, si soffermerà su un altro tema affascinante: i rapporti tra l’arte e la Massoneria nel Novecento. L’intervento del saggista Stefano Arcella, autore di diverse pubblicazioni - tra cui “Lettere di Julius Evola a Benedetto Croce” e “I Misteri del Sole: il culto di Mithra nell’Italia antica” (Controcorrente Edizioni) -permetterà di inquadrare più da vicino la figura di un personaggio di grandissimo spessore: Arturo Reghini, sia sotto il profilo biografico sia per le tesi che egli espose sul processo degenerativo della Massoneria. Infime, il saggista Sigfrido Hobel - anche egli autore di molti libri, tra cui “Il fiume segreto” e “Misteri partenopei” (Stamperia del Valentino) - discuterà del legame della Massoneria storica con le tradizioni iniziatiche ed esoteriche e i riferimenti tradizionali presenti nel simbolismo Massonico. Ad “amalgamare” interventi e dibattiti sarà il compositore e scrittore Livio de Luca, con alcuni interventi musicali imperniati, ca va sans dire, sull’esoterismo nella musica.

Fonte - Corriere della Sera, Antonio Emanuele Piedimonte, 12 marzo 2010

Nessun commento: