sabato 10 aprile 2010

Svolta in Francia, donne nella massoneria


La decisione adottata dopo una discussione lunga un anno. Sono 50 mila gli aderenti

Svolta in Francia, donne nella massoneria


La decisione del Grande Oriente transaspino: le logge non saranno più accessibili solo agli uomini

La decisione adottata dopo una discussione lunga un anno. Sono 50 mila gli aderenti

Svolta in Francia, donne nella massoneriaLa decisione del Grande Oriente transaspino: le logge non saranno più accessibili solo agli uomini

MILANO - Storica svolta nella massoneria francese. Il Grande Oriente di Francia, la più grande e antica federazione massonica del paese transalpino, composta da circa 50.000 adepti, ha deciso di ammettere al suo interno membri di sesso femminile. Giovedì scorso Pierre Lambicchi, attuale Gran Maestro della società fondata nel lontano 1733 ha approvato la proposta che permette alle donne di essere “iniziate” a una delle 1.150 logge della federazione massonica

DIBATTITO DECENNALE - Da circa un decennio ormai i membri del Grande Oriente di Francia discutevano se ammettere le donne nell'associazione. Anche lo scorso settembre, durante l'annuale incontro dei rappresentanti delle varie logge a Lione, gli adepti hanno discusso il tema con grande concitazione. Alla fine la proposta è stata messa ai voti, ma non ha ottenuto la maggioranza. Vi è stata una forte spaccatura tra i rappresentanti e molti di questi hanno abbandonato la riunione in segno di protesta. A distanza di sette mesi è arrivata la svolta grazie all'iniziativa personale del Gran Maestro Lambicchi. Quest'ultimo ha delegato la decisione non più ai rappresentanti, bensì alla Camera Suprema di Giustizia Massonica, l'organo che ha il compito di far rispettare le norme all'interno dell'associazione. Lo scorso 8 aprile la Camera Suprema ha emesso la «sentenza» sostenendo che non vi era nei regolamenti alcun espresso divieto che impediva alle donne di far parte dell'associazione.

PRESENZA FEMMINILE - In realtà sin dal 1974 diverse donne hanno partecipato ai lavori delle logge del Gran Oriente di Francia. Nell’ultimo anno, poi, un gruppo di logge ribelli ha clandestinamente «iniziato»alla massoneria transalpina ben sei donne. Infine il 21 gennaio scorso, la transessuale Olivia Chaumont è stata proclamata «sorella» della federazione massonica.«Oggi esistono quasi 1200 logge legate al Grande Oriente di Francia - dichiara il Gran Maestro Pierre Lambicchi a Europe 1 -. Solo il 10% delle logge non fa partecipare le donne ai lavori dell'associazione. Penso che la stessa percentuale sia contraria alla loro iniziazione. Adesso i membri del Grande Oriente di Francia devono discutere altri temi visto che questo dibattito ha ingolfato i nostri lavori per una dozzina d'anni».

Fonte - Il Corriere della Sera, art. diFrancesco Tortora, 10 aprile 2010

Nessun commento: