venerdì 9 marzo 2012

A Firenze nasce il Musma, il museo della massoneria


La massoneria avrà un luogo della memoria: il Musma, Museo di simbologia massonica, il primo in Italia, che sarà inaugurato domani alle ore 16.00 a Firenze, in via dell'Orto, al numero civico 7. Gli oggetti esposti sui due piani del museo, circa diecimila, provengono da tutto il mondo e sono stati raccolti da Cristiano Franceschini: abiti, grembiuli, fasce, bicchieri, bottiglie, porcellane, spille, cravatte, timbri, foto, manifesti, documenti, libri, diari, schede di iscrizione, diapositive in vetro, lanterne magiche.
L'oggetto più vecchio è uno stendardo francese che risale alla fine del 1700, sepolto durante la seconda guerra mondiale per nasconderlo ai nazifascisti. Al piano superiore sono stati ricostruiti nei minimi dettagli il Gabinetto di riflessione, luogo dove si compiono i primi passi, e una loggia capace di ospitare una quindicina di fratelli. C'è anche la scheda di iscrizione dell'attore americano John Wayne, noto e celebre anticomunista, nel primo museo italiano di simbologia massonica che aprira' giovedi' a Firenze. La scheda di John Wayne, interprete preferito dal regista John Ford, e' stata firmata il 24 giugno 1970.
La domanda venne presentata e accettata nella loggia numero 56 di Phoenix, capitale dell'Arizona. Accanto a questo eroe di celluloide ci sono le foto dei veri leggendari protagonisti dell'epopea western: David Crockett, Buffalo Bill, Samuel Colt, inventore della pistola a tamburo, il generale Grant e il generale Custer. C'è anche la foto di Kit Carson, non il compagno di Tex Willer, ma il vero uomo della Frontiera: esploratore, cacciatore, guida, agente indiano che si rifiutò di uccidere gli uomini e di catturare le donne. 


Nessun commento: